lunedì 30 giugno 2008

LINGUAGGIO DA OSTERIA?

Il governo fa quadrato attorno a Berlusconi e accusa  Di Pietro di aver usato un linguaggio da osteria riguardo alle intercettazioni più recenti: Ma è piuttosto il governo che somiglia tanto ad un osteria nella quale, tutti troppo euforici per la recente vittoria elettorale, brindano e scommettono per il successo dei loro affari. Il clima da osteria rende un pò smemorati. Infatti si sono scordati degli italiani, dei bassi salari, del caro prezzi. Pensano che la questione Alitalia vada affrontata come il gioco dell'oca. Come si può dar torto al duro linguaggio di Di Pietro?