lunedì 21 luglio 2008

L'INCOMPRESO

"Gli intellettuali di sinistra giudicano senza aver letto nemmeno un mio libro. Ne ho scritti tanti: sulla riforma religiosa del '500, su laici e credenti... Lo sa che non ho ricevuto una recensione? Avrei preferito una stroncatura a questo silenzio" ( Sandro Bondi, Ministro della cultura, Corriere della Sera del 17 luglio).
Questa dichiarazione fa tenerezza. Pensare ad un autore che scrive tanti libri  e nessuno se ne accorge ....... ha addirittura  del patetico. Se me ne manda qualcuno, cercherò di metterci tutta la buona volontà e tutta la carità cristiana per giungere a consolare l'esimio ministro con una  recensione.