mercoledì 23 luglio 2008

OLTRE E PIU' DI DIO

Sto parlando di Berlusconi per il quale è diventato impossibile essere sottoposto a processo.

Notate bene che così Berlusconi supera il Dio biblico che, nel libro di Giobbe, subisce un vero processo e un atto di accusa. Spesso la Bibbia, anche nei salmi, "processa" Dio perché non agisce contro gli iniqui, perché non interviene rispetto al dolore innocente. Qui siamo di fronte ad un idolo, in pieno delirio di onnipotenza, intoccabile, sovrano. E l'UDC di Casini, simbolo dell'ambiguità più perfida e scostumata, si astiene. Dice bene Di Pietro: questo è un assaggio di dittatura. E la gerarchia cattolica tace e acconsente.