martedì 29 luglio 2008

POLITICA VERA

La nomina di Ferrero alla segreteria di Rifondazione, al di là delle tensioni dei primi giorni, sta rivelandosi "un gran bene". Molti esprimono a chiare lettere il fatto che finalmente, uscendo dalle enunciazioni massimalistiche, la sinistra può tornare a contare ricucendo alleanze necessarie per una politica vera a livello parlamentare e territoriale. Che un gruppo di massimalisti faccia la propria strada può spiacere, ma non è così rilevante politicamente.
Ora sarà importante verificare che cosa succederà nelle regioni e nei comuni. Se alle elezioni europee lo sbarramento sarà del 4 o 5% , anche in tale sede Rifondazione chiuderà la sua esperienza parlamentare. Penso invece che la proposta di Vendola apra la prospettiva politica che permetterà di non disperdere il prezioso patrimonio di idee e di impegno e potrà costituire uno dei perni, seri e non illusori, di una grande alleanza di centro sinistra, consapevole che non si può vivere paghi dei propri sogni, ma bisogna lavorare per una loro parziale realizzazione.